La mia collaboratrice


Buongiorno a tutti! Dolcissima, che mi accoglie in questo suo blog per alcune rubriche, mi ha chiesto di presentarmi. Ok sembra una cosa facile, lo chiedo sempre ai miei alunni, a volte spiego loro quanto sia importante presentarsi in maniera adeguata e allora perché trovo che scrivere questo post sia così difficile?
Bene! Proviamoci…
Mi chiamo Manuela, ma tutti mi chiamano Manu, ho …anni…tanti anni…, sono insegnante in una scuola primaria di Roma. Amo insegnare, amo vedere i miei ragazzi crescere e scoprire il mondo, amo vederli superare le loro difficoltà ed impegnarsi sempre per dare il loro massimo. Attualmente ho due classi quarte dove insegno matematica, scienze e tecnologia, anche se i miei alunni si lamentano che insegno anche italiano perché consiglio sempre loro di leggere, ormai quando vogliono un libro da leggere vengono da me e mi chiedono se va bene, oppure si comprano un libro e me lo portano a far vedere. Non potete immaginare che gioia sia per me!
Sono mamma di due ragazzi adolescenti, che chiaramente non mi danno tregua, come tutti gli adolescenti che sperimentano cosa sia crescere e stanno nel pieno di un periodo di ribellione acuta…
Amo tante cose, di solito sono una che ama sperimentare prima di “giudicare” se qualcosa le piace oppure no. Per esempio non amo lo yoga, ma prima di dirlo mi sono cimentata in questa disciplina frequentando un corso per 6 mesi, dopo di che ho capito che non era proprio una cosa adatta a me.
Come Dolcissima, credo che proprio quello sia stato il nostro primo punto di contatto, amo creare tag digitali per ricordare un avvenimento o una frase del libro che sto leggendo oppure per fare gli auguri ai miei amici. Amo molto decorare la mia agenda, che sia quella di scuola o quella personale o il “diario dei miei pensieri”… non faccio altro che comprare washi tape, adesivi e decorazioni varie (sempre con Dolci). Ultimamente poi, e anche qui devo dire che un po’ di “colpa” ce l’ha Dolci) mi sono dedicata allo scrapbboking. Prima facevo solo lavori digitali, ultimamente anche cartacei, soprattutto per decorare alcune foto cui sono particolarmente legata o che rappresentano momenti speciali. Anzi recentemente ho iniziato anche a spiegare agli alunni come realizzare scrapbooking, utilizzando tutti i materiali di riciclo che trovano, qualche giorno fa gliene ho fatto realizzare uno per l’autunno, chiaramente essendo insegnante di matematica avevo messo regole “matematiche” per la realizzazione dello scrap.
E credo di essere stata molto logorroica… però c’è un’ultima cosa che amo moltissimo e cioè incontrare (e possibilmente intervistare) gli scrittori che leggo, perché mi piace conoscerli dopo che grazie a loro ho sognato.
Ora credo di aver approfittato anche troppo del vostro tempo, per questo vi saluto e spero di potervi “incontrare” tra le pagine di questo blog. Grazie a tutti per avermi letta e grazie a Dolcissima per avermi accolta e per avermi dato questa bella opportunità.




2 commenti: