lunedì 23 ottobre 2017

Un anno con Le mie ossessioni librose



Non mi sembra vero ma è già passato un anno da quando è nato questo mio piccolo spazio virtuale.
Non sapevo se avrei avuto lettori, non sapevo se avrei avuto la costanza di portarlo avanti o avrei mollato tutto, ma ho voluto provarci.
Tra una recensione, un book tag, una rubrica librosa il blog è cresciuto e io non ho perso l'entusiasmo iniziale.
Grazie al blog ho conosciuto virtualmente e personalmente, tante belle persone con cui ho scoperto di avere tantissime cose in comune e con cui non si parla solo di libri.


Ringrazio Floriana de La biblioteca del libraio per avermi permesso di collaborare con lei e conoscere questo mondo Grazie boss.





Laura la terribile (ma dove?) Libridinosa per i consigli tecnici e non solo, per sopportare la mia mania per il rosa Ti lovvo mia Divina.





Ma il grazie più grande lo devo alla mia amica Chiara La lettrice sulle nuvole che mi ha spronato a creare questo mio angoletto personale in cui posso parlare dei libri che sono veramente la mia Ossessione, che mi coinvolge in progetti stupendi e mi consiglia libri... lo sai che ti odio mia vippa.







Ringrazio molto anche voi che seguite e commentate i miei post perché grazie al vostro sostegno il blog è cresciuto e io ho mantenuto l'entusiasmo iniziale. Proprio per voi sto preparando una sorpresa per cui non perdete di vista il blog nei prossimi giorni!


domenica 22 ottobre 2017

Recensione #132 La vedova by Fiona Barton


Autrice: Fiona Barton
Titolo: La vedova
Editore: Einaudi
Data di pubblicazione: 14 giugno 2016
Pagine: 372

Trama
Lo hanno visto tutti, il mostro, sbattuto in tv e sulle prime pagine dei giornali. Era accusato di un crimine raccapricciante, ma adesso che è morto, la verità finirà sepolta con lui. A meno che Jean, la vedova, la moglie devota che gli è sempre stata a fianco in tribunale, non si decida a parlare. A meno che Jean alla fine non decida di raccontare la sua storia.









La storia è raccontata, per lo più, dalla prospettiva della moglie (la vedova) dell'uomo accusato di rapimento di una bambina attraverso dei flashback, anche se sono presenti i POV di altri soggetti. C'era la versione dell'agente di polizia che nonostante abbia fallito continua a indagare e della giornalista che cerca di far luce sul mistero intervistando la vedova.
I personaggi erano abbastanza interessanti e lo stile abbastanza buono, ma non sono mai stata veramente coinvolta nella lettura o sconvolta dai vari colpi di scena. Mi interessava andare avanti ma non così tanto da volerlo leggere in ogni attimo disponibile o di metterlo giù in qualsiasi momento. In più il tutto procedeva troppo lentamente per i miei gusti.
Il personaggio che proprio non ho sopportato è proprio Jean la protagonista. Una donna troppo piatta, debole e succube del marito, sempre pronta a giustificarlo anche quando le indagini le mostrano il suo vero volto.

Io cerco di capire, davvero. È una dipendenza fisica. Non è colpa sua. La colpa bisogna darla a chi ce l’ha davvero: infatti io e Glen siamo molto arrabbiati con la polizia.

Un libro difficile da valutare perché l'ho intrigante, ma lento e a tratti alquanto noioso; i personaggi ben sviluppati ma nessuno particolarmente simpatico per cui parteggiare, neanche la madre della bimba scomparsa. Ho aspettato fino alla fine un grande colpo di scena che purtroppo non c'è stato.
Consigliarlo o no? Gli amanti dei polizieschi potrebbero apprezzarlo.




sabato 21 ottobre 2017

Recensione #131 Donne e Storie by Lucilla Celso

Autrice: Lucilla Celso
Titolo: Donne e Storie
Editore: Self
Data di pubblicazione: 1 settembre 2017
Pagine: 34



Trama
Ogni donna ha una storia da raccontare, un suo mondo da condividere, un sogno da realizzare.
Il cammino non sempre è facile e gli ostacoli a volte sembrano insormontabili.
Riunite in un gruppo di aiuto non sono più sole e affrontano, giorno dopo giorno, un passo alla volta, un cammino di rinascita.








Dovete volerlo per voi,
non per i vostri familiari o chi vi sta vicino,
ma per voi stesse.



Stavo rimandando da un po' la lettura di questo racconto, ma dopo le notizie dei giorni scorsi esplose nel mondo dello spettacolo, l'ho preso in mano. Il mio primo pensiero sulla notizia del momento è stato: ma la carriera era così importante per queste persone da voler subire tutto cio? Non riesco proprio a comprenderne il motivo.
Come non capisco perché una donna maltrattata e abusata voglia rimanere con il suo aguzzino.
Sono situazioni in cui, fortunatamente, non sono mai venuta a trovarmi per chi cerco sempre delle risposte a questi miei pensieri. A volte sembro insensibile ai miei stessi occhi, ma non capisco cosa succeda all'interno di queste povere donne, da non farle reagire.  È certo che non avendo vissuto situazioni di questo tipo non posso sapere come mi sarei comportata io.
Il breve racconto di Lucilla è davvero interessante perché esplora la mente femminile dopo un maltrattamento. Le protagoniste sono tutte donne che hanno subito un abuso, chi uno stupro, chi una violenza domestica.



Era sempre come se lo stupro le avesse rese sporche e indegne di stare vicine agli altri, insieme alla consapevolezza che, in qualche modo contorto, potessero averlo meritato.

Approvo in pieno il messaggio che vuole trasmettere Maja, la loro terapeuta, a queste donne gravemente ferite dalla vita:



«Nessuno ha bisogno di me, Maja. Nessuno.»
«Tu. Mi senti? Tu hai bisogno di te, per vivere, ricominciare, tu hai bisogno di te.»



Non ha risposto a tutte le domande che mi pongo quando vengo a conoscenza di queste terribili situazioni, ma mi ha aiutato a comprendere qualcosa in più. Sicuramente da leggere.






venerdì 20 ottobre 2017

Cover Reveal Fight for life di Rosa Campanile




Titolo: Fight for life
Serie: Die Love Rise #2
Autrice: Rosa Campanile
Editore: Self-publishing
Genere: Romance Post-apocalittico
Euro: 1,99 (ebook)
Cover: Dedalo MADE
Data di uscita: 30 Ottobre 2017

Trama:
Intrappolata a Cincinnati con altri sopravvissuti, Natalia Landreaux è disposta a tutto pur di non morire divorata dagli infetti che hanno distrutto la civiltà, anche correre rischi indicibili per trasmettere un ultimo, disperato messaggio d'aiuto. In pericolo non c’è solo la sua vita, ma anche il prezioso lavoro del fratello Edoardo.
La richiesta di soccorso giunge appena in tempo e mette in crisi il genio informatico Joe Collins. La vita di Joe insieme alla sua nuova famiglia nella Città Sicura di Leons Town è tranquilla, quasi perfetta, ma la missione di salvataggio che richiama in campo lui e Panzer dopo un lungo periodo di assenza, rischia di frantumare quel fragile equilibrio a cui tiene tanto. Eppure, nonostante le perplessità, Joe sa qual è la cosa giusta da fare.
Mentre un nemico più pericoloso e scaltro che mai si prepara ad attaccare, ombre del passato minacciano di distruggere la normalità tanto inseguita da Joe e Natalia. Non sarà facile affatto facile far funzionare la loro strana relazione in un mondo invaso dagli zombie mutanti. Per riuscirci, dovranno solo ricordare che vale sempre la pena combattere per vivere e per amare.

Aggiungilo su Goodreads!

LA SERIE DIE LOVE RISE
#1 Die Love Rise (autoconclusivo)
#1.5 Dare to love (novella spin-off)
#2 Fight for life (autoconclusivo)

TEASER GRAFICO

L’AUTRICE
Rosa Campanile è una ragazza come tante. Ama follemente la sua famiglia e i suoi due gatti, adora la buona cucina e preparare dolci per le persone che ama. La sua grande passione è la lettura e nel 2014 ha fondato il lit-blog Briciole di Parole, dove parla dei molti libri letti e dei tanti altri che le allungano la wish list. Nel 2016 ha esordito come autrice self con il romance post-apocalittico Die Love Rise, a cui ha fatto seguito la novella Dare to love e il romanzo Fight for lifeSenza fare rumore invece, è il primo volume stand-alone della serie contemporary romance Sweet Surrender, di cui sono previsti altri due romanzi in arrivo per il 2018.

Pagina Facebook Autrice | Blog | Pagina Facebook Blog | Goodreads | Twitter

PER AGGIORNAMENTI E NEWS IN ANTEPRIMA, 
SEGUILA SUL GRUPPO FACEBOOK!




5 cose che... #32



Di questi autori sento sempre parlare più che bene dalle mie amiche lettrici per cui sono davvero curiosa di poterli affrontare al più presto.





Emma Chase
Ho sentito parlare benissimo della sua serieTangled come di romanzi divertenti e romantici. In questo momento ne avrei proprio bisogno e spero di poterla leggere al più presto.








Holly Black
Una scrittrice statunitense nota principalmente per aver creato, in collaborazione con Tony DiTerlizzi, la saga Spiderwick e per la collaborazione con Cassandra Clare. Uno dei suoi ultimi libri Nel profondo della foresta mi incuriosisce parecchio.






Jennifer Niven
Altra autrice statunitense che avevo già adocchiato ai tempi del suo romanzo Young Adult Raccontami di un giorno perfetto, mi ha ulteriormente intrigato con L'universo nei tuoi occhi per gli argomenti che tratta nelle sue storie.




Jo Nesbo
Unico uomo di questa lista è un autore, ma non solo, norvegese che scrive libri di un genere che amo moltissimo: il thriller. Lo vedo praticamente dappertutto e ho molta voglia di approcciarmi ai suoi romanzi.






Kerry Lonsdale

La trama del suo libro uscito a maggio in Italia Ogni cosa a cui teniamo mi aveva interessato parecchio e quando è uscito il sequel Le cose da dimenticare ho subito deciso di prenderli entrambi. Sarà una delle mie prossime letture e voglio vedere che impressione avrò di lei.



giovedì 19 ottobre 2017

Intervista con le vamp... blogger #12



Il 19 del mese ormai è un appuntamento fisso con la rubrica in collaborazione con la mia carissima Comandante La lettrice sulle nuvole. Il libro che è uscito vincitore dallo scorso mese è stato Hero di Samantha Young. Un romanzo che, per me, è arrivato al momento giusto in cui avevo bisogno di una lettura spensierata. Si sarà capito che l'ho apprezzato molto, ma Chiara l'avrà trovato di suo gusto? Se volete saperlo cliccate QUI.


Autrice: Samantha Young
Titolo: Hero
Serie: Hero #1
Editore: Newton Compton Editore
Data di pubblicazione: 5 settembre 2017
Pagine: 416

Trama
Suo padre è sempre stato un eroe per Alexa Holland, finché non ha scoperto che lei e sua madre non erano la sua unica famiglia. Da allora, Alexa si è impegnata a dare una nuova direzione alla sua vita e a plasmare la propria identità distaccandosi il più possibile dai suoi terribili segreti. Ma un giorno incontra un uomo che è stato danneggiato quanto lei dalle bugie di suo padre, e sente che deve aiutarlo. Caine Carraway non vuole avere niente a che fare col desiderio di redenzione di Alexa, ma non è facile allontanarla. Tenta in tutti i modi di farsi odiare, portandola al limite della sopportazione perché decida da sola di lasciarlo in pace. Ma le sue azioni finiscono solo per avvicinarli, e malgrado tutto, tra di loro scoppia una passione intensa ed esplosiva. Ma Caine sa che non potrà mai essere il principe azzurro che Alexa ha sempre voluto. Quando si troveranno sull'orlo del baratro, Caine capirà di essere disposto a tutto per impedire che qualcuno li ferisca di nuovo.


L'intervista


  1. A quale genere appartiene il libro?
Il romanzo si può collocare nella categoria Romance Contemporaneo


  1. Cosa pensi dei protagonisti?
Mi sono piaciuti tutti e due. Caine forse un po' troppo chiuso in sé, tanto che a volte avrebbe avuto bisogno di una bella scrollata; Alexa l'h trovata determinata e decisa. Io non sarei riuscita a sopportare tutto quello che lui le fa passare.


  1. Personaggio preferito?
Effie, l'anziana e vispa vicina di casa di Caine. Un soggetto davvero simpatico e ben descritto.


  1. Personaggio più odiato?
Non credo di aver odiato qualcuno in particolare. Certo i comportamenti del nonno e del padre di Alexa non mi sono piaciuti ma non sono arrivata a detestarli.


  1. Che emozioni ti ha suscitato la lettura?
Avevo bisogno di questa lettura leggera dopo una molto bella ma straziante, per cui ho provato una sorta di dolce carezza.


  1. Punti di forza?
Come detto sopra la leggerezza della storia che, pur avendo al suo interno momenti tristi per i protagonisti, è stata raccontata con ironia e senza pesantezza.


  1. Punti deboli?
Qualche situazione un po' surreale e prevedibile.


  1. Come hai trovato lo stile del/della scrittore/scrittrice?
Conoscevo già il modo di scrivere di Samantha Young e ho ritrovato il suo stile ironico e romantico che tanto mi piace.


  1. E' facile entrare in empatia con il/la protagonista?
Assolutamente sì. Ho trovato perfettamente delineati Caine e Alexa.

  1. Quale aggettivo lo descrive meglio?
Piacevole


  1. A chi lo consigli?
Perfetto per chi cerca una lettura d'evasione con il giusto tocco di romanticismo ed eros.

  1. Quante stelline gli dai?
Si merita sicuramente 4 stelline


Ora tocca di nuovo a voi votare per la prossima lettura nel solito modulo qui sotto.






Segnalazione uscita Wolfheart. La ragazza lupo di Alessia Coppola

Buongiorno esce oggi il nuovo romanzo fantasy di Alessia Coppola. Autrice che ho apprezzato davvero molto con la sua serie su Alice from Wonderland. Ora sono tanto curiosa di poter leggere anche questo suo nuovo scritto.

TITOLO: Wolfheart. La ragazza lupo
AUTORE: Alessia Coppola
EDITORE: La Corte Editore
GENERE: Urban Fantasy
PREZZO: cart. 16,90 €
PAGINE: 320

TRAMA
Aylena non è una ragazza come le altre. È stata maledetta ed è costretta a convivere con due nature: quella di demone e quella di lupo. Per liberarsi dal maleficio e ritrovare la sua umanità, dovrà così affrontare un viaggio irto di pericoli, attraverso il tempo e le distanze, che la faranno diventare una spietata cacciatrice. Ma tutto cambierà, quando arriva Adrien, un soldato a servizio di un ordine di cacciatori di creature soprannaturali. Sarà lui la chiave che le permetterà di essere finalmente libera, ma sarà anche colui che imbriglierà il suo cuore. Tra battaglie, incantesimi, segreti e cospirazioni Aylena compierà il suo destino, scoprendo però che il prezzo da pagare sarà più alto di quanto avesse mai temuto.
SU AMAZON

Pagina FB autrice @alessiacoppla https://www.facebook.com/alessiacoppla/
Pagina FB Editore @lacorteeditore https://www.facebook.com/lacorteeditore/

AUTRICE
Alessia Coppola è una scrittrice, blogger e illustratrice pugliese.
Dopo aver frequentato il liceo artistico, ha proseguito gli studi presso la Facoltà di Beni Culturali.
È anche una pittrice, con all'attivo numerose esposizioni. Da qui all'illustrazione (in particolare per l’infanzia) il passo è stato breve. È una freelance con all’attivo numerose collaborazioni. Ha inoltre ampliato
gli orizzonti affermandosi anche come grafica.
Altra grande passione è il canto: ha inciso il suo primo singolo Sognatori nel 2012, arrangiato da Marco Schnabl, fonico dei Duran Duran.
Nel 2014 ha aperto il blog letterario Anima d'Inchiostro e nel 2016 l’omonimo canale Youtube.
Ha iniziato a pubblicare nel 2005 spaziando dalla poesia, alle fiabe, dalla narrativa fantastica a quella contemporanea. Nel 2016 infatti pubblica il primo contemporaneo al femminile Il Filo Rosso per HarperCollins Italia. Nel 2018 Newton Compton Editori pubblicherà un nuovo romanzo.

Estratti
Rapida, inesorabile, scoccò la prima freccia che fischiò nell’aria come una frusta e lo colpì. Il dardo gli perforò il cuore, da cui fuoriuscì un fiotto denso e scuro, che evaporò a contatto con il suolo. La figura si afflosciò come un sacco vuoto, prima di smaterializzarsi in polvere nera.
Gli altri due sembravano smarriti, scoccarono uno sguardo ad Aylena e la attaccarono.
Lei caricò un’altra saetta che fece breccia nella cassa toracica del secondo, le cui ossa crepitarono come fossero di carta.
Aylena era una cacciatrice, la Cacciatrice Nera, come era solita essere definita da quegli esseri. Tuttavia non cacciava per sopravvivenza ma per vendetta. Questa era la sottile differenza che la distingueva dai predatori che uccideva, il fine era diverso, ma il mezzo rimaneva sempre il medesimo: la morte.
Un sibilo strozzato si levò nell’aria. Uno dei tre annaspava con la faccia premuta contro l’asfalto bagnato, il respiro corto e gli occhi sbarrati. Agonizzava, contorcendosi come un insetto pungolato da uno stecco.
Aylena si avvicinò, lo sollevò per la mascella e con entrambe le mani tirò uno strattone secco. Il suono delle ossa rotte la fece rabbrividire. Forse non ci avrebbe mai fatto l’abitudine. La morte è morte, anche per chi la merita, anche per chi è già morto.

***

Lei sorrise. «Lui sa. La natura ci comprende, se usiamo le parole giuste per comunicare. Lei ci parla, ma chi di noi sa ascoltarla?»
«Immagino ti abbia insegnato la tua gente.»
«Sì, l’essere connessi al totem espande il nostro spirito, la nostra coscienza, ma è terribile…»
«Cosa?»
«Essere l’ultima della mia casa magica a parlarne. Ero l’erede di una potente dinastia di totemki, ma ora non c’è più alcun clan da proteggere.»
Adrien abbassò il capo e annuì. «Mi dispiace.»
Lei fece spallucce. «Se sei immortale, aspettati anche gli altri si estinguano. Le città si sgretolano come montagne erose dal vento, i mari si ritirano e creano nuove isole, le dinastie cadono come tessere di un domino. E tu assisti a tutto questo come un’ombra dietro il sipario. Una maschera muta, senza copione, senza un ruolo. Perché
sei un fantasma, non esisti e non puoi esistere, nonostante vorresti urlare chi sei. Il progresso avanza nel tentativo di produrre protesi in grado di sostituire organi vitali o di trovare metodi per irretire la morte. L’immortalità è il desiderio più profondo dell’uomo. Eppure tutti ignorano quanto essa sia pregna di noia e di un vuoto che si propaga nel tempo come un’onda ciclica senza mai fine.»
Ci fu un lungo silenzio, lui non sapeva come replicare a quelle parole così pregne di malinconia e dolore.
«Sono stanca, Adrien. Devo spezzare la mia maledizione.»
«Ho giurato che ti aiuterò.»
«So che lo farai, ma non vorrei metterti in pericolo. Non ne vale la pena per una come me. Al momento sono una mezzosangue, ricordi?»
«Proprio per una come te varrebbe la pena combattere.»
Ebbe l’impulso di sfiorarle il dorso della mano e stringerla tra le sue, ma si trattenne.
Le stelle divennero opache e l’alba iniziò a mostrarsi. «Va’, sto per mutare» mormorò lei.
«Voglio restare» insisté.
«Perché mai?»
«Per non lasciarti sola a questa nuova alba.»




martedì 17 ottobre 2017

Recensine #130 Eyes in the flame by Daniela Bellisano


Autrice: Daniela Bellisano
Titolo: Eyes in the flame
Serie: Moonlight
Editore: Self
Data di pubblicazione: 30 giugno 2017
Pagine: 394

Trama
Ci sono giorni che ti riportano nel passato.
Ci sono istanti in cui le fiamme del dolore
lambiscono la tua mente, tormentandoti.
Ci sono incontri che ti cambiano per sempre la vita.
Joshua McCarthy è un giovane pompiere di trentadue anni. Josh sfida ogni giorno le fiamme, combattendo con il loro calore, la loro distruzione, per salvare sempre più vite; per riscattarsi da quella colpa che si porta dentro l’anima da anni. Ma quelle fiamme non sono niente confronto a quelle dei ricordi, così oscure, feroci. Ogni notte esse tornano a tormentarlo insieme alle urla di colei che non è riuscito a salvare, la stessa persona che rivede in ogni singolo incendio.
Joshua non crede nel vero amore, o meglio, è convinto che per lui non esista, che non se lo meriti. Tutto cambierà appena i suoi occhi incontreranno quelli di Camille Rocher, il nuovo paramedico della stazione 56 dei pompieri di Chicago.
Camille Rocher è fuggita da Santa Barbara con solo uno zaino in spalla; non ha voluto portare nient’altro con sé perché vuole dimenticare tutto il dolore, il sangue, che ha lasciato in California.
Con il cuore a pezzi e l’anima tormentata, tornerà a Chicago per ricominciare, ancora una volta, una nuova vita, ma non aveva previsto di rincontrare lui: Joshua.
Camille lo riconosce subito appena lo vede nella caserma dove è appena stata assunta e subito avverte il bisogno di conoscere meglio quel ragazzo; peccato che lui sembri odiarla, e ogni volta che si incontrano Josh diventa freddo e distante, solo con lei.
Tra missioni pericolose, scommesse, litigi e gelosie, Josh e Cami impareranno a conoscersi, a rivelare la loro vera anima, i loro passati burrascosi, imparando a sostenersi a vicenda, scoprendo così che è impossibile intralciare l’amore, un sentimento forte, unico, che li lega.
Ma è proprio quando sembra tutto perfetto, quando l’ambita felicità è finalmente giunta, che qualcuno rompe il fragile equilibrio tramando nell’ombra e meditando vendetta. Le fiamme sono in agguato, l’amore riuscirà a sconfiggerle?




Facciamo di tutto per lasciarci il passato alle spalle, per non farci condizionare da esso, ma lui inesorabile, instancabile, ci segue sempre come un’ombra di cui mai potremo liberarci.

Questo è il secondo romanzo della serie Moonlight di cui, però, non ho ancora letto il primo. Come promessomi dall'utrice non è necessario ai fini di questa storia, ma se si vuole approfondire la conoscenza di Drake e Fenix, protagonisti, appunto, del volume precendente.
Ho apprezzato moltissimo i personaggi principali di questo racconto, Joshua e Camille. Ognuno di loro ha sofferto e ciò li ha portati a compiere determinate scelte. Il loro sviluppo caratteriale è ben concepito e me li ha fatti sentire vicini. Ho trovato perfettamente plausibile anche l'evolversi della loro storia d'amore. L'autrice ha saputo gestire bene le situazioni dando a Joshua e Camille i giusti tempi per conoscersi e amarsi.
Buona anche la parte mistery, infatti, durante la lettura, spesso mi sono trovata a chiederemi se l'incidente passato di Camille fosse risolto così...
La storia mi è piaciuta molto, ha un buon ritmo narrativo e l'ho letta con piacere, ma è stata rovinata un po' da alcuni errori grammaticali, condizionali fuori posto e h mancanti. Sicuramente dopo una buona revisione potrebbe rendere molto di più.

Complimenti anche per la copertina che trovo perfetta per il romanzo.


domenica 15 ottobre 2017

Recensione #129 Il Giorno della Vendetta by Ryan Graudin


Autrice: Ryan Graudin
Titolo: Wolf 2 Il giorno della vendetta
Serie: Wolf by wolf
Editore: De Agostini
Data di pubblicazione: 6 giugno 2017
Pagine: 400

Trama
È il 1956 e il mondo è in fermento: dopo decenni di dominio assoluto, Hitler è stato assassinato e la Resistenza è pronta a prendere le armi. A innescare la scintilla è stata Yael, la ragazza dagli straordinari poteri mutaforma, miracolosamente sopravvissuta al campo di concentramento. È solo grazie al suo coraggio se il Nuovo Ordine ha le ore contate. O almeno così tutti credono. Ma la verità è molto più complicata di come appare, e le conseguenze di quanto è accaduto sono devastanti. Ora Yael è in fuga in territorio nemico. Non è sola, però. Insieme a lei ci sono Luka e Felix, i due ragazzi che ha dovuto tradire per portare a termine la sua missione e che adesso vuole proteggere a ogni costo. Ed è nel bel mezzo del caos che il passato e il futuro di Yael si scontrano, obbligandola a fare i conti con i propri sentimenti. Odio e amore, vendetta e perdono. Scegliere non è facile, soprattutto quando sul piatto della bilancia ci sono da un lato il destino del mondo intero e dall’altro la vita di chi ama. Quale sarà la scelta di Yael? Vita o morte?
L’adrenalinica conclusione dell’appassionante saga di Ryan Graudin, iniziata con Wolf. La ragazza che sfidò il destino. Un romanzo straordinario dal finale travolgente, in cui l’arma più letale non è quella capace di uccidere, ma quella in grado di condizionare interi popoli.





Stava tornando all’inizio per trovare una fine.
Stava andando a cercare il Führer.
Il vero Führer.
Stava andando a finire quello che aveva iniziato.


Dire che questo romanzo mi sia piaciuto è molto riduttivo. Era da un po' che non trovavo un libro che mi coinvolgesse così profondamente facendomi leggere 400 pagine in un paio di pomeriggi.
Però la bellezza di questo libro è data, purtroppo, dalla sua trama tragica e devastante, ma parlando di guerra è normale. Tante persone vicino a Yael muoiono e alcune di esse mi hanno spezzato il cuore, inparticolar modo una... Ma erano anche descritte così bene che sapevo dovevano accadere. Non perdono l'autrice, tuttavia, perchè non era necessaria quella morte...
Grazie ad alcuni interludi, sono riuscita a conoscere meglio Yael, Felix e Luka e comprenderli pienamente. I loro passati non sono perfetti, ma non è possibile raggiungere la crudeltà della tortura subita da Yael.
Naturalmente il mio preferito è Luka ironico e divertente anche di fronte alle situazioni più critiche.
Yael mi è piaicuta moltissimo per il suo carattere forte ma che nasconde debolezze umane. Non è semplicemente la forte eroina di molti romanzi, le soffre (e io con lei) per le difficili scelte che è portata a compiere. Tutto per un bene maggiore. L'ho, letteralmente, adorata alla fine di tutto. Felix, no, mai provato simpatia per lui. Un traditore che non si riscatta neanche alla fine, almeno ai miei occhi. Anche se mi viene spontaneo chiedermi cosa avrei fatto io se mi fossi trovata nella sua situazione.
Il racconto è principalmente alternato dalle voci di Yael, Luka e Felix, con l'aggiunta dei POV degli altri soggetti secondari, Questi hanno reso la storia ancora più coinvolgente e si sa che io leggo sempre volentieri storie con questo metodo di narrazione.

Mi dispiace che questa serie, che mi ha spezzato il cuore, sia terminata, ma anche completamente soddisfatta del finale.


sabato 14 ottobre 2017

Cosa vuoi che ti dica... #3


Buon sabato! Il mese di ottobre è già arrivato a metà e le giornate si fanno sempre più fresche. Ma veniamo al terzo appuntamento con la rubrica quindicinale che, come sempre, sarà ospitata sui blog:
Il sondaggio di questo sabato è sempre presente sulle nostre pagine facebook o sul sondaggio presente sui nostri blog. A voi la scelta:





Le votazioni si chiuderanno il 25 ottobre e il 28 troverete sui nostri blog il vincitore e le nostre opinioni.


Il sondaggio di questa volta ha avuto come vincitore
Libro che scaraventeresti nel camino

Non è stata difficile la mia scelta questa volta. Il libro anzi diciamo la protagonista che getterei nel camino e starei lì a guardare mentre brucia è...


Autrice: Anne Freytag
Titolo: La mia ultima estate
Editore: Leggere Editore
Data di pubblicazione: 25 maggio 2017
Pagine: 250

Trama
Tessa, diciassette anni, ha atteso a lungo il ragazzo perfetto, il momento perfetto, il bacio perfetto. Pensava di avere ancora molto tempo davanti a sé, prima di scoprire che a causa di un difetto cardiaco le restano poche settimane di vita. Stordita, arrabbiata, disperata, aspetta di morire chiusa nella sua stanza. È un’attesa amara, la sua, perché sa di non aver vissuto a pieno. Pensa a sé stessa come a una “ragazza soprammobile”, che morirà “vergine e senza patente”. Fino a quando non incontra Oskar e tutto sembra di nuovo possibile. Nonostante Tessa cerchi di allontanarlo, convinta che una relazione sarebbe insensata ed egoistica, lui non le lascia scampo. Oskar sa vedere dietro le apparenze, non ha paura e vuole rimanerle accanto. Pur di sorprenderla, di vedere i suoi occhi brillare per l’emozione, organizza un piano per farle vivere un’ultima estate perfetta. Un viaggio in Italia a bordo della sua Volvo sgangherata per ammirare i tesori di Firenze, sedersi sulla scalinata di Piazza di Spagna, mangiare una pizza a Napoli. Un’ultima estate in cui il tempo non ha importanza e ciò che conta sono solo i sentimenti.

Come dicevo, Tessa che avrebbe dovuto commuovermi, spezzarmi il cuore, ecc... invece ha saputo solo irritatmi e annoiarmi. Già dall'inizio mi disturbano i pensieri troppo filosofici di Tessa. Fastidiosa e antipatica. Ho capito che deve morire ma ho trovato davvero esagerate ed egoistiche alcune sue motivizioni. Dalle sue azioni e dai suoi atteggiamenti viene fuori una ragazza arrogante e viziata. No proprio non è scattato quel qualcosa che avrebbe dovuto farmi provare comprensione per lei.



Se volete sapere cosa hanno scelto le mie college andate a curiosare nei loro blog.

Link alle pagine Facebook delle altre blogger

venerdì 13 ottobre 2017

5 cose che... #31



Buon Venerdì eccomi di nuovo con la rubrica creata da Twin Books Lovers.
Oggi vi farò conoscere i 5 libri di cui rimando la lettura da troppo tempo


5 libri di cui rimando la lettura da molto tempo



Questi libri che ho preso appena usciti perchè li volevo leggere assolutamente a tutti i costi e il prima possibile, purtroppo, sono rimasti a prendere polvere sugli scaffali della mia libreria o a farla muffa nel mio Kindle.


  1. Illuminae di Amie Kaufman e Jay Kristoff

Questo libro è stato osannato ovunque e io l'ho chiesto come regalo di Natale 2016... ecco è sul mio comodino in bella vista, in attesa di essere letto.

  1. Il circo della notte di Erin Morgenstern

Anche di questo ho sentito parlare benissimo e l'ho trovato su una bancarella di libri usati a 2 euro. Anche lui sullo scaffale che mi osserva con sguardo disperato.

  1. Serie Paper Princess di Erin Watt

La serie più discussa di questo 2017: chi la ama e chi la odia. Ho aspettato di avere in mano tutti e tre i volumi cartacei (santo Libraccio) per iniziarla. Il terzo è in arrivo per cui dovrebbe essere di prossima lettura.

  1. Serie Dark element di Jennifer L. Armentrout
Come sopra attendo il recupero del terzo volume per iniziarla. È in wish list su amazon in attesa di qualche benefattore. Natale è vicino per cui chissà...


  1. Parlare a raffica di Lauren Graham


Una delle serie tv che più ho amato è stato proprio Una mamma per amica, per cui la biografia di una delle protagoniste mi sembrava molto interessante. Ma pure questo è sepolto nel Kindle.