sabato 11 novembre 2017

Cosa vuoi che ti dica... #5



Buon sabato! Appuntamento con la rubrica quindicinale che, come sempre, sarà ospitata sui blog:
Il vincitore della votazione scorsa è stato: Libro con cover orrenda ma bellissimo.
Il nuovo sondaggio lo trovate sempre presente sulle nostre pagine facebook o sui nostri blog. A voi la scelta:



Le votazioni si chiuderanno il 22 di questo mese e il 25 novembre troverete sui nostri blog il post con il relativo vincitore e le nostre opinioni.


Il sondaggio ha avuto come vincitore

Libro con cover orrenda ma bellissimo

Questa volta la scelta è stata più difficile perchè, di solito, vengo attratta soprattutto dalla copertina di un libro, infatti la cover del romanzo da me scelto non è proprio orrenda ma non la trovo adatta a questa storia.


Autrice: Cath Crowley
Titolo: Io e te come un romanzo
Editore: DeA
Data di pubblicazione: 19 settembre 2017
Pagine: 416



Trama
Ci sono ferite che non si rimarginano, giorni che non si dimenticano. Come quello in cui il cuore di Rachel si è spezzato per la prima volta. È una notte d’estate, e lei sta per trasferirsi dall’altra parte del Paese. Nelle ore che restano prima della partenza vuole dire addio a tutto ciò che sta lasciando: la scuola, gli amici e, più di ogni cosa, Henry Jones, il ragazzo che conosce da sempre, con cui ha condiviso le letture, i sogni, le paure e le passioni. Così, Rachel entra furtivamente nella libreria gestita dai Jones e infila una lettera tra le pagine del libro preferito di Henry. Una lettera in cui gli confessa il suo amore, un messaggio in bottiglia lanciato in un oceano di parole, a cui lui non risponderà mai. Sono passati tre anni, e quel giorno sembra appartenere a un’altra vita perché Rachel, nel frattempo, ha perso il fratello; e lei non è che l’ombra di quel che era. Il dolore la soffoca, e sembra che l’unica via d’uscita sia tornare a casa e riavvicinarsi alle cose che ama di più: la libreria e Henry. I due iniziano a lavorare fianco a fianco, circondati dai libri, confortati dalle voci senza tempo di scrittori e poeti. E, mentre tra gli scaffali impolverati si intrecciano le storie di un’intera città, Henry e Rachel si ritrovano. Perché non c’è posto migliore delle pagine di un libro per ritrovarsi.

Io avrei scelto una vecchia mensola o libreria con tanti libri usati e da cui spuntano fogli e foglietti. La protagonista effettiva della storia, secondo me, è proprio la Libreria delle lettere! Comunque il libro è molto dolce e romantico, si legge in un attimo e ti lascia con un senso di pace e armonia.

Mi raccomando non perdete i post nei blog delle mie amiche se volete sapere cosa hanno scelto loro.

Link alle pagine Facebook delle altre blogger




8 commenti:

  1. uguale per me, anche la cover del mio libro non è orrenda nel vero senso del termine ma se paragonato alla storia è davvero uno scempio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ho copertine orrende perché il fattore estetico di un libro è la prima cosa che mi colpisce. Succede spesso il contrario cover spettacolare e libro bellissimo.

      Elimina
  2. non è orrenda dai, solo non adatta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si come dicevo, non ho cover veramente brutte.

      Elimina
  3. Non è brutta come cover ;) Però non mi attrae particolarmente, ecco...

    RispondiElimina
  4. Questo romanzo non l'ho ancora letto però mi attira parecchio. Non trovo molto brutta la cover però è un po' troppo bianca, asettica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non la trovo in tema con la storia

      Elimina